NotizieBlogBilancio di Sostenibilità: strumento fondamentale per l’accesso al credito

Bilancio di Sostenibilità: strumento fondamentale per l’accesso al credito

Blog, News

La notizia è di quelle che passano un po’ sotto traccia anche nelle testate specializzate, occupate in questo periodo a giostrarsi fra pandemia e crisi di governo, ma merita sicuramente un approfondimento, poiché rappresenta un vero e proprio cambio di visione. Le banche dovranno valutare l’affabilità creditizia delle aziende, non solo sulla base dei meri numeri, ma anche su come il loro agire si riflette sul piano ambientale e sociale. Per dirla in altre parole, sta cambiando il paradigma dello sviluppo economico: non più solo il concetto di profittabilità, ma anche quello di sostenibilità ambientale, di impegno sociale e di responsabilità verso le future generazioni,  tutti elementi che l’Unione Europea vede come l’unico possibile percorso affinché il prosperare economico rappresenti davvero un beneficio duraturo. Ovviamente questa nuova modalità di valutazione dell’affidabilità delle imprese non si limita al mondo bancario, ma coinvolge tutti gli operatori finanziari, che erogano capitale sia sotto forma di equity che di debito, e gli enti pubblici nella concessione di contributi. Insomma una piccola rivoluzione: le aziende non sono più valutate solo per i numeri che esprimono, ma anche per quello che significano e per il valore che creano a favore di tutti coloro con cui hanno e che avranno a che fare, quali portatori d’interessi.

Come anticipato in un articolo di qualche giorno fa (leggi l’articolo “Bilancio di Sostenibilità: cosa cambia nel 2021”), il Bilancio di Sostenibilità viene ad assumere una nuova e più rilevante centralità nella vita delle PMI italiane ed europee.

Analizziamo velocemente cosa è cambiato per quanto riguarda l’accesso al credito, ma anche cosa cambierà nei prossimi mesi per quanto riguarda bandi comunitari, appalti e fondi pubblici.

Nuove linee guida EBA

Le nuove linee guida sul “Loan Origination and monitoring” redatte dall’EBA, l’Autorità Bancaria Europea, obbligano tutte le banche a valutare il merito creditizio delle PMI tenendo in considerazione anche i fattori ESG (Environment, Social e Governance) a partire dal 30 giugno di quest’anno. Il documento inoltre fornisce alle banche una vera e propria guida per monitorare i rischi rilevanti legati a fattori ESG.

Le linee guida prevendono che gli enti bancari dovranno incorporare i fattori ESG e i rischi a questi associati nelle proprie politiche di gestione del rischio di credito.

Il potenziale impatto dei fattori sociali, ma anche ambientali e climatici, diventa un fattore importante nella valutazione del rischio e nelle politiche di gestione del credito.

La valutazione di tutti questi fattori sarà effettuata dalle banche alla luce di ciò che la PMI riuscirà a comunicare loro. Essa dovrà quindi adoperarsi per acquisire la capacità di rappresentare in modo articolato e trasparente tutte le informazioni di natura qualitativa e non solo finanziaria, enfatizzando il proprio percorso di convergenza verso i fattori ESG e mettendo a disposizione tutte quelle informazioni che gli istituti di credito saranno chiamati a valutare.

La reportistica dovrà convergere verso standard di rendicontazione internazionali, con una struttura studiata appositamente per essere letta dai professionisti del settore bancario, che devono poter riconoscere e comprendere i dati fondamentali dell’azienda alla luce dei nuovi benchmark su cui l’Unione Europea pone l’accento.

Un bilancio di sostenibilità ben redatto permetterà quindi alla PMI di migliorare la propria valutazione del merito creditizio nei confronti del sistema bancario e di accedere a prodotti creditizi dedicati con condizioni di accesso e di pricing migliorative.

Investitori, bandi comunitari e finanziamenti a fondo perduto

Come conseguenza diretta del miglioramento dell’accesso al credito e della qualità delle informazioni messe a disposizione di potenziali investitori, il bilancio di sostenibilità consentirà anche di entrare più facilmente in contatto con veicoli di venture capital che sono, e saranno sempre più in futuro, interessati a PMI ecosostenibili.  Un più facile accesso al capitale di rischio e/o di debito che può consentire una via importante verso nuovi progetti di sviluppo.

L’Action Plan sulla Finanza sostenibile recentemente aggiornato, illustra poi le misure che l’Unione Europea adotterà nel periodo 2021-2027 per orientare l’intero mercato dei capitali, e non solo il mondo bancario, verso un modello di sviluppo sostenibile ed inclusivo. Questo significa che nei prossimi anni i fattori ESG ed il concetto di sostenibilità, saranno messi al centro anche per quanto riguarda tutte le politiche di concessione di finanziamenti a fondo perduto o a condizioni agevolate. Per una PMI, saper rappresentare il proprio percorso di convergenza verso i fattori ESG sarà di prioritaria  importanza per poter accedere con sistema premiante ai bandi domestici e comunitari che verranno messi a disposizione nei prossimi anni.

Le buone pratiche inerenti la Sostenibilità saranno inoltre un fattore distintivo nella valutazione da parte della PA negli appalti pubblici.

Data la mole assolutamente rilevante di fondi che verranno messi a disposizione da Stati e Unione Europea nei prossimi mesi, il Bilancio di Sostenibilità si rivelerà dunque uno strumento estremamente utile per poter cogliere tutte le opportunità della ripartenza successiva alla pandemia.

Per non farsi trovare impreparati

Per mettere a disposizione dei propri clienti esperienza e competenze specialistiche sull’argomento, SCOA ha recentemente consolidato una importante partnership con il Dott. Corrado Bei, membro dello Steering Commettee relativo all’”Action 9” e “Action 10” EASME – Commissione Europea ed esperto dei nuovi indirizzi forniti dall’Unione Europea con l’introduzione dell’Action Plan sulla finanza sostenibile.

Unendo l’esperienza del Professor Bei, con le capacità e la conoscenza dei nostri professionisti, SCOA può mettere a disposizione dei propri clienti una metodologia innovativa e pienamente in linea con la normativa introdotta per la redazione del Bilancio di sostenibilità.


SCOA

Cosa sono i cookies Un “cookie” è un file di testo salvato nel computer dell’utente nel momento in cui questo accede ad un sito web con lo scopo di fornire informazioni ogni volta che l’utente ritorna sullo stesso sito. E’ una sorta di promemoria della pagina internet visitata. Con il cookie, il server web invia informazioni al browser dell’utente (Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, ecc.) memorizzate sul computer di quest’ultimo, e saranno rilette ed aggiornate ogni qual volta l’utente ritornerà sul sito. In questo modo il sito Web può adattarsi automaticamente all’utente. Nel corso della navigazione l’utente potrebbe ricevere sul suo terminale anche cookie di siti diversi (cookies di “terze parti”), impostati direttamente da gestori di detti siti web e utilizzati per le finalità e secondo le modalità da questi definiti. In funzione della loro durata, si distinguono in cookie di sessione (ossia quelli temporanei e cancellati automaticamente dal terminale al termine della sessione di navigazione, chiudendo il browser) ed in cookie persistenti (ossia quelli che restano memorizzati sul terminale fino alla loro scadenza o cancellazione da parte dell’utente). In base alla funzione e alla finalità di utilizzo, i cookie possono suddividersi in cookie tecnici e cookie di profilazione. Cookie tecnici Alcuni cookie sono usati per eseguire autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche sugli utenti che accedono ad una pagina web. Questi cookie, cosiddetti tecnici, sono spesso utili per consentire di navigare in un sito web e utilizzarne tutte le funzionalità. I cookie tecnici sono quelli il cui utilizzo non richiede il consenso dell’utente. A questa categoria appartengono anche gli analytics cookie. Si tratta di cookie che raccolgono informazioni circa l’utilizzo che un utente fa di un sito web e che consentono di migliorarne il funzionamento. Ad esempio gli analytics cookie mostrano quali sono le pagine più frequentemente visitate, consentono di verificare quali sono gli schemi ricorrenti d’utilizzo di un sito web e aiutano a comprendere ogni difficoltà che l’utente incontra nell’utilizzo. Cookie di profilazione Altri cookie possono invece essere utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati. Si parla in questo caso di cookie di profilazione. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente ai sensi dell’art. 7 del Regolamento UE 2016/679. Cookie di terze parti Può accadere anche che una pagina web contenga cookie provenienti da altri siti e contenuti in vari elementi ospitati sulla pagina stessa, come ad esempio banner pubblicitari, immagini, video, mappe o specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, questi cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi da questo sito web. Parliamo, in questi casi, dei cosiddetti cookie terze parti, che di solito sono utilizzati a fini di profilazione. L’utilizzo di questi cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Tipologie di cookie utilizzati dal nostro sito Le funzioni principali dei cookies installati da SCOA.IT sono tecniche, vengono utilizzati per migliorare costantemente il Servizio, per l’autenticazione, per fini statistici, come il conteggio delle visite al sito. L’utilizzo di cookies è dunque strettamente finalizzato a facilitare le funzioni del server di durante la navigazione del Servizio. Il sito consente inoltre l’invio dei seguenti cookie di terze parti. Questi cookie non sono strumenti di nostra titolarità, per maggiori informazioni, pertanto, è possibile accedere all’informativa ed ai moduli di acquisizione del consenso delle terze parti, cliccando sui link riportati. Per migliorare il sito web e comprendere quali parti o elementi siano maggiormente apprezzati dagli utenti, sono utilizzati come strumento di analisi anonima e aggregata, i cookie di terza parte di Google Analytics. Questi cookie non sono strumenti di nostra titolarità, per maggiori informazioni, pertanto, è possibile consultare l’informativa fornita da Google. Le pagine del sito web incorporano al loro interno alcuni widget e pulsanti di condivisione di Facebook e Google Plus, per permettere all’utente di condividere i contenuti del sito web sui propri canali social, e di interagire con i nostri canali. Questi cookie non sono strumenti di nostra titolarità, ma sono creati rispettivamente da Facebook e Google nel momento in cui si utilizza il rispettivo widget o pulsante di condivisione. Per saperne di più visitare le seguenti pagine informative: Facebook e Google. Alcune pagine web incorporano al loro interno dei contenuti video di YouTube. Visitando una pagina contenente un video, o facendo clic per visualizzare il video, potrebbero essere richiamati cookie provenienti da YouTube. Questi cookie non sono strumenti di nostra titolarità. Per saperne di più visitare la pagina informativa di Google. Il sito internet potrebbe utilizzare i programmi di Facebook ADS gestito da Facebook Inc., Google Adwords e la tecnologia Google Remarketing, gestiti da Google Inc. Anche la funzione monitoraggio delle conversioni di Facebook ADS e AdWords utilizza i cookie per aiutarci a tenere traccia delle vendite e di altre conversioni. Gestione dei cookie L’utente può gestire le proprie preferenze relative ai cookie attraverso le funzionalità presenti nei comuni browser che consentono di cancellare/rimuovere i cookie (tutti o alcuni) o di cambiare le impostazioni del browser stesso in modo da bloccare l’invio dei cookie o di limitarlo a siti specifici (rispetto ad altri). Pertanto è possibile negare l’utilizzo dei cookie, seguendo la procedura di disabilitazione prevista dal proprio browser. Di seguito si riportano le modalità proposte dai principali browser: Microsoft Windows Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, Apple Safari, Google Analytics scaricando uno specifico plug-in del browser. Per avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente si rinvia al link:http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte Plugin Social Network Il sito SCOA.IT incorpora anche plugin e/o comandi per i social network, al fine di consentire una facile condivisione dei contenuti sui vostri social network preferiti. Tali plugin sono programmati in modo da non impostare alcun cookie all’accesso della pagina, per salvaguardare la privacy degli utenti. Eventualmente i cookie vengono impostati, se così previsto dai social network, solo quando l’utente fa effettivo e volontario uso del plugin. Si tenga presente che se l’utente naviga essendo loggato nel social network allora ha già acconsentito all’uso dei cookie veicolati tramite questo sito al momento dell’iscrizione al social network. La raccolta e l’uso delle informazioni ottenute a mezzo del plugin sono regolati dalle rispettive informative privacy dei social network, alle quali si prega di fare riferimento. Facebook – (link informativa cookie) Twitter – (link informativa cookie) LinkedIn – (link informativa cookie) Google+ – (link informativa cookie). La presente privacy policy può subire modifiche nel tempo – anche connesse all’eventuale entrata in vigore di nuove normative di settore, all’aggiornamento o erogazione di nuovi servizi ovvero ad intervenute innovazioni tecnologiche – per cui l’utente/visitatore è invitato a consultare periodicamente questa pagina SCOA.IT.

OK

2021 © Copyright - SCOA | Credits: Maurizio Guermandi Srl