NotizieBlogGoogle obbliga i dipendenti a vaccinarsi: il dibattito in Italia

Google obbliga i dipendenti a vaccinarsi: il dibattito in Italia

Blog, News

Green pass, vaccini e sicurezza sui luoghi di lavoro. Ora che  il governo ha reso obbligatorio il green pass – il certificato verde che attesta vaccinazione, tampone negativo o guarigione da Covid-19 – anche per i docenti, si riaccende il dibattito sull’obbligo vaccinale in ambito professionale  e in particolar modo in azienda. Su questo fronte diverse società stanno prendendo iniziative importanti. Pochi giorni fa Google, ad esempio, ha comunicato di aver scelto di posticipare il ritorno in ufficio per la maggior parte dei suoi dipendenti a metà ottobre richiedendo però come condizione per  il rientro la vaccinazione.  In un’email inviata a più di 130mila dipendenti, il ceo Sundar Pichai ha spiegato che «vaccinarsi è uno dei modi più importanti per salvaguardare noi stessi e mantenere le nostre comunità in salute». L’azienda punta quindi a riportare la maggior parte dei lavoratori in ufficio dal 18 ottobre, invece che dal 1 settembre. 

A far discutere anche la decisione della Cnn. La società ha licenziato tre dipendenti entrati nel quartier generale dell’emittente a New York pur non essendo vaccinati contro il Covid-19. «La settimana scorsa siamo stati informati della presenza in sede di tre dipendenti non immunizzati», si legge in un documento interno fatto circolare tra i dipendenti citato dal Los Angeles Times. «Tutti e tre i lavoratori sono stati sollevati dai loro incarichi. Lasciatemi essere chiaro. Abbiamo una politica della tolleranza zero su questo. Dovete essere vaccinati per entrare in ufficio. E dovete essere vaccinati per poter lavorare sul campo, con altri dipendenti, anche se non entrate in sede», ha avvertito l’amministratore delegato Jeff Zucker. La Cnn aveva autorizzato i dipendenti immunizzati a rientrare al lavoro su base volontaria basandosi sulle loro dichiarazioni, senza però richiedere la certificazione dell’avvenuta vaccinazione.

E in Italia? Confindustria a luglio aveva avanzato la proposta di rendere obbligatorio il green pass, non per forza la vaccinazione quindi, per l’accesso in azienda. Il tema è stato al centro dell’incontro del 2 agosto, tra il presidente del Consiglio Mario Draghi e le sigle sindacali che non si sono dette contrarie all’uso del certificato verde. Al momento l’obbligo non è esteso alle aziende private ma è certo che un eventuale norma in merito porterà a non pochi contenziosi sul luogo di lavoro. È ciò che sta accadendo per la categoria degli operatori sanitari, per cui è stato introdotto l’obbligo vaccinale, e che vede diversi no vax fare ricorso contro il datore di lavoro. A giugno il giudice del lavoro di Modena  ha respinto il ricorso di alcune dipendenti di una cooperativa di servizi, impiegate in una struttura per anziani, che si erano viste sospendere dal lavoro per il loro rifiuto di vaccinarsi contro il coronavirus. Se questo vale per le strutture sanitarie va detto che il fondamento del ragionamento del giudice è l’articolo 2087 del codice civile, che fa ricadere sull’imprenditore la tutela della salute nei luoghi di lavoro. Responsabilità che non è diversa in azienda e anche per  questo il governo dovrà trattare il tema del green pass in fabbrica o ufficio con molta delicatezza.


SCOA

Cosa sono i cookies Un “cookie” è un file di testo salvato nel computer dell’utente nel momento in cui questo accede ad un sito web con lo scopo di fornire informazioni ogni volta che l’utente ritorna sullo stesso sito. E’ una sorta di promemoria della pagina internet visitata. Con il cookie, il server web invia informazioni al browser dell’utente (Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, ecc.) memorizzate sul computer di quest’ultimo, e saranno rilette ed aggiornate ogni qual volta l’utente ritornerà sul sito. In questo modo il sito Web può adattarsi automaticamente all’utente. Nel corso della navigazione l’utente potrebbe ricevere sul suo terminale anche cookie di siti diversi (cookies di “terze parti”), impostati direttamente da gestori di detti siti web e utilizzati per le finalità e secondo le modalità da questi definiti. In funzione della loro durata, si distinguono in cookie di sessione (ossia quelli temporanei e cancellati automaticamente dal terminale al termine della sessione di navigazione, chiudendo il browser) ed in cookie persistenti (ossia quelli che restano memorizzati sul terminale fino alla loro scadenza o cancellazione da parte dell’utente). In base alla funzione e alla finalità di utilizzo, i cookie possono suddividersi in cookie tecnici e cookie di profilazione. Cookie tecnici Alcuni cookie sono usati per eseguire autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche sugli utenti che accedono ad una pagina web. Questi cookie, cosiddetti tecnici, sono spesso utili per consentire di navigare in un sito web e utilizzarne tutte le funzionalità. I cookie tecnici sono quelli il cui utilizzo non richiede il consenso dell’utente. A questa categoria appartengono anche gli analytics cookie. Si tratta di cookie che raccolgono informazioni circa l’utilizzo che un utente fa di un sito web e che consentono di migliorarne il funzionamento. Ad esempio gli analytics cookie mostrano quali sono le pagine più frequentemente visitate, consentono di verificare quali sono gli schemi ricorrenti d’utilizzo di un sito web e aiutano a comprendere ogni difficoltà che l’utente incontra nell’utilizzo. Cookie di profilazione Altri cookie possono invece essere utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati. Si parla in questo caso di cookie di profilazione. L’utilizzo di detti cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente ai sensi dell’art. 7 del Regolamento UE 2016/679. Cookie di terze parti Può accadere anche che una pagina web contenga cookie provenienti da altri siti e contenuti in vari elementi ospitati sulla pagina stessa, come ad esempio banner pubblicitari, immagini, video, mappe o specifici link a pagine web di altri domini che risiedono su server diversi da quello sul quale si trova la pagina richiesta. In altre parole, questi cookie sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi da questo sito web. Parliamo, in questi casi, dei cosiddetti cookie terze parti, che di solito sono utilizzati a fini di profilazione. L’utilizzo di questi cookie necessita dell’acquisizione preventiva del libero consenso informato dell’utente. Tipologie di cookie utilizzati dal nostro sito Le funzioni principali dei cookies installati da SCOA.IT sono tecniche, vengono utilizzati per migliorare costantemente il Servizio, per l’autenticazione, per fini statistici, come il conteggio delle visite al sito. L’utilizzo di cookies è dunque strettamente finalizzato a facilitare le funzioni del server di durante la navigazione del Servizio. Il sito consente inoltre l’invio dei seguenti cookie di terze parti. Questi cookie non sono strumenti di nostra titolarità, per maggiori informazioni, pertanto, è possibile accedere all’informativa ed ai moduli di acquisizione del consenso delle terze parti, cliccando sui link riportati. Per migliorare il sito web e comprendere quali parti o elementi siano maggiormente apprezzati dagli utenti, sono utilizzati come strumento di analisi anonima e aggregata, i cookie di terza parte di Google Analytics. Questi cookie non sono strumenti di nostra titolarità, per maggiori informazioni, pertanto, è possibile consultare l’informativa fornita da Google. Le pagine del sito web incorporano al loro interno alcuni widget e pulsanti di condivisione di Facebook e Google Plus, per permettere all’utente di condividere i contenuti del sito web sui propri canali social, e di interagire con i nostri canali. Questi cookie non sono strumenti di nostra titolarità, ma sono creati rispettivamente da Facebook e Google nel momento in cui si utilizza il rispettivo widget o pulsante di condivisione. Per saperne di più visitare le seguenti pagine informative: Facebook e Google. Alcune pagine web incorporano al loro interno dei contenuti video di YouTube. Visitando una pagina contenente un video, o facendo clic per visualizzare il video, potrebbero essere richiamati cookie provenienti da YouTube. Questi cookie non sono strumenti di nostra titolarità. Per saperne di più visitare la pagina informativa di Google. Il sito internet potrebbe utilizzare i programmi di Facebook ADS gestito da Facebook Inc., Google Adwords e la tecnologia Google Remarketing, gestiti da Google Inc. Anche la funzione monitoraggio delle conversioni di Facebook ADS e AdWords utilizza i cookie per aiutarci a tenere traccia delle vendite e di altre conversioni. Gestione dei cookie L’utente può gestire le proprie preferenze relative ai cookie attraverso le funzionalità presenti nei comuni browser che consentono di cancellare/rimuovere i cookie (tutti o alcuni) o di cambiare le impostazioni del browser stesso in modo da bloccare l’invio dei cookie o di limitarlo a siti specifici (rispetto ad altri). Pertanto è possibile negare l’utilizzo dei cookie, seguendo la procedura di disabilitazione prevista dal proprio browser. Di seguito si riportano le modalità proposte dai principali browser: Microsoft Windows Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, Apple Safari, Google Analytics scaricando uno specifico plug-in del browser. Per avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente si rinvia al link:http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte Plugin Social Network Il sito SCOA.IT incorpora anche plugin e/o comandi per i social network, al fine di consentire una facile condivisione dei contenuti sui vostri social network preferiti. Tali plugin sono programmati in modo da non impostare alcun cookie all’accesso della pagina, per salvaguardare la privacy degli utenti. Eventualmente i cookie vengono impostati, se così previsto dai social network, solo quando l’utente fa effettivo e volontario uso del plugin. Si tenga presente che se l’utente naviga essendo loggato nel social network allora ha già acconsentito all’uso dei cookie veicolati tramite questo sito al momento dell’iscrizione al social network. La raccolta e l’uso delle informazioni ottenute a mezzo del plugin sono regolati dalle rispettive informative privacy dei social network, alle quali si prega di fare riferimento. Facebook – (link informativa cookie) Twitter – (link informativa cookie) LinkedIn – (link informativa cookie) Google+ – (link informativa cookie). La presente privacy policy può subire modifiche nel tempo – anche connesse all’eventuale entrata in vigore di nuove normative di settore, all’aggiornamento o erogazione di nuovi servizi ovvero ad intervenute innovazioni tecnologiche – per cui l’utente/visitatore è invitato a consultare periodicamente questa pagina SCOA.IT.

OK

2021 © Copyright - SCOA | Credits: Maurizio Guermandi Srl